Alberto Cantone | Finché c'è un porto ancora (1996)

Go To Artist Page

Recommended if You Like
Fabrizio De Andrè Ivano Fossati Paolo Conte

Album Links
Alberto Cantone (1996) - Finché c'è un porto ancora

More Artists From
ITALY

Other Genres You Will Love
Folk: Folk-Jazz Electronic: Experimental Moods: Type: Experimental
Sell your music everywhere
There are no items in your wishlist.

Finché c'è un porto ancora (1996)

by Alberto Cantone

L'album più sperimentale ed elettronico di Alberto Cantone, cantautore, registrato nel 1996, rimasterizzato in digitale nel 2002, contiene 12 tracce legate al mare, al viaggio, al "nomadismo" e al "penelopismo" dell'anima, sempre inquieta e in ricerca.
Genre: Folk: Folk-Jazz
Release Date: 

We'll ship when it's back in stock

Order now and we'll ship when it's back in stock, or enter your email below to be notified when it's back in stock.
Continue Shopping
available for download only
Share to Google +1

To listen to tracks you will need to update your browser to a recent version.

  Song Share Time Download
clip
1. Vita nuova
5:37 $0.99
clip
2. Uomini
5:00 $0.99
clip
3. Ognuno porta la sua croce
5:36 $0.99
clip
4. Senza un porto
4:14 $0.99
clip
5. Mi separo da te
5:25 $0.99
clip
6. Admira e Bosko
4:54 $0.99
clip
7. Di momento in momento
6:40 $0.99
clip
8. Trapattoni in Germania
4:23 $0.99
clip
9. Gioco a carte ...
5:48 $0.99
clip
10. Siamo noi
5:49 $0.99
clip
11. Come ci si trova, come ci si perde
5:11 $0.99
clip
12. Passa da me (cartolina da una stazione di notte)
5:21 $0.99
Downloads are available as MP3-320 files.

ABOUT THIS ALBUM


Album Notes
L'album più sperimentale ed elettronico di Alberto Cantone, cantautore, registrato nel 1996, rimasterizzato in digitale nel 2002, contiene 12 tracce legate al mare, al viaggio, al "nomadismo" e al "penelopismo" dell'anima, sempre inquieta a cercare un porto e nello stesso tempo a ripartire, a fare e a disfare i più segreti subbugli del cuore.
La seconda traccia, "Uomini", troverà posto - in una nuova versione, completamente riarrangiata, nel disco del 2014 "Il Viandante" (anch'esso ispirato al nomadismo, anzi, al "randagismo") mentre "Admira e Bosko", ispirata ad un tragico fatto storico sullo sfondo dell'assedio di Sarajevo e delle guerra dei Balcani, compare in diverse versioni in varie compilation contro la guerra.
I brani di afflato cantautorale sono sorretti da una sperimentazione del suono come l'utilizzo di riverberi strumentali sulla voce, unica raccolta di canzoni dove Cantone utilizza questo alter ego elettronico della sua inconfondibile vocalità.

Read more...

Reviews


to write a review